La mostra “IL FRIULI AL TEMPO DI LEONARDO”
riapre al pubblico 

sabato e domenica
10.00 – 12.00 / 15.00 – 19.00
da giugno fino al 27 settembre 2020

Gemona, 1496. Giovanni Battista da Conegliano, detto Cima, porta a compimento uno dei più straordinari capolavori della sua carriera pittorica: La Madonna col Bambino destinata alla chiesa della Madonna delle Grazie di Gemona.

Ma quale era la situazione del Friuli mentre Cima da Conegliano lavorava per la commissione gemonese, mentre Pomponio Amalteo si dedicava al soffitto della chiesa di San Giovanni, mentre il grande Leonardo da Vinci lasciava alla storia la testimonianza indelebile del suo genio?

La mostra “Il Friuli al Tempo di Leonardo” promossa dal Comune di Gemona sul tema “Frammenti di Genio: Costruire e Reagire da Leonardo al Rinascimento in Friuli” e supportata dalla Regione Friuli-Venezia Giulia si propone di lavorare sui punti di contatto e sulle diversità fra la Patria del Friuli ed il Ducato di Milano, ricostruendo il clima del periodo attraverso esposizioni oggettistiche, riproduzioni e pannelli esplicativi.

Una mostra che vuole celebrare, dopo oltre quarant’anni, la riapertura del Castello di Gemona, a testimonianza di come la tenacia e l’ingegno umano siano spesso capaci di fronteggiare le più terribili avversità che la storia gli pone dinnanzi.

Print Friendly, PDF & Email